“Bollette pazze”: reclamo al Comune di Laureana di Borrello per chiedere spiegazioni

14 Luglio 20172min3750

Laureana di Borrello, 13.07.2017.

 

Ormai da diversi giorni, i cittadini del Comune di Laureana di Borrello hanno portato al vaglio dell’associazione Nazionale Tuteliamoci diverse anomalie riscontrate nelle ultime fatture del servizio idrico e della tassa rifiuti.

Da una prima analisi fatta dagli utenti, per quanto concerne il servizio idrico integrato, tali anomalie sarebbero  riconducibili a consumi eccessivi rispetto alla media famigliare, assenza, in fattura, del numero di matricola del contatore.

Per la tassa dei rifiuti, invece, si riscontrano somme aumentate visibilmente,in alcune casi raddoppiate, rispetto agli anni precedenti con consumi non conformi, specie nel caso di garage adibiti a solo uso domestico.

L’associazione Tuteliamoci, in qualità di organizzazione preposta alla tutela dei diritti del consumatore-utente, ha già provveduto ad inviare al Comune di Laureana di Borrello un reclamo, in nome e per conto di tutti i cittadini, esponendo le anomalie riscontrate e chiedendo spiegazioni. Il Presidente Nazionale dell’associazione Tuteliamoci, Giuseppe Salamone, dichiara:« Il problema delle cosiddette “bollette pazze” merita un’attenzione particolare, poiché giornalmente i consumatori sono vittime di errori che, nella maggior parte dei casi, hanno conseguenze sulle tasche degli utenti e non rispondono a quel principio di trasparenza e correttezza promosso da molte direttive in materia. Nel caso specifico del Comune di Laureana di Borrello, abbiamo inviato un reclamo per richiedere spiegazioni. Dopo aver avuto una risposta, valuteremo se e come procedere, ricorrendo, eventualmente, presso le sedi giudiziarie».

 

Per avere maggiori informazioni sull’attività svolta dall’Associazione Tuteliamoci è possibile consultare il sito www.associazionetuteliamoci.it


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *